Torta di mele cocco… losa!

Avete presente quando avete voglia di mettervi ai fornelli e in casa avete pochissimo di tutto? Poca farina di cocco, poca farina integrale, poco lievito… Bene… Ieri mi sono messa e sono andata a sentimento, ho mischiato tutto e… Il risultato è stato davvero buono!!!!! Una torta di mele e cocco, sicuramente da rifare!

IMG_3032.JPG

Ecco la ricetta per 10 quadretti di torta:

150 g farina integrale
1 mela Fuji
75 g cocco rapè
75 g zucchero di canna
2 cucchiaini amido di mais
2 cucchiai farina di riso
1/2 bustina de cremor tartaro
1 spolverata di cannella
Latte di avena qb.

IMG_3033.JPG

Tagliare a pezzetti piccoli e sottili una mela.
In una ciotola mettere le farine, il cocco rapè , l’amido di mais, lo zucchero e il cremor tartaro.
Aggiungere la cannella e mescolare il tutto.
Aggiungere poi tanto latte di avena quanto basta per rendere il composto omogeneo e cremoso.
Aggiungere infine la mela a pezzi, ungere una teglia leggermente e versarvi il composto, cuocere infine in forno a 200 gradi per 35 minuti (se avete un forno potente basta a 180 gradi! )
Se volete e vi piace spolverizzatela con zucchero a velo e pappate!!!!
Buon week end a tutti!! 💜

Pangoccioli fondenti… Da piluccarsi le dita!

Eccomi qui con una super ricettina che mi ha dato tanta soddisfazione… I pangoccioli! Sono uno dei miei “talloni di Achille”… Quando ero più piccolina e andavo ancora alle scuole superiori, per merenda mi portavo l’intera confezione… Uno tirava l’altro…. Dato un morso, non riuscivo più a togliermeli dalla bocca!
Quelli che ho fatto io sono senza zucchero e uova, ovviamente con latte vegetale… Ma tremendamente sofficiosi e se mangiati caldi, sono la fine del mondo! Si conservano bene in uno strofinaccio per 3 o 4 giorni anche fuori dal frigo, 30 secondi in microonde o qualche minuto in forno e tornano come ️appena cotti!

IMG_2972.JPG

Ecco le dosi per 6 pangoccioli:
250 g farina Manitoba
15 g stevia
80 g latte vegetale (io ho usato quello di soia)
2 cucchiai olio di semi
15 g lievito madre essiccato
Pezzetti abbastanza grossi di cioccolato fondente (io ho usato quello senza zucchero che avevo in casa)

In un bicchiere mescolare il latte tiepido con il lievito e lo zucchero, poi unire alla farina, infine aggiungere l’olio. Per ultimi aggiungere i pezzetti di cioccolato e andare a firmare un panetto abbastanza compatto. Dividerlo in sei pezzetti e andare a formare delle palline , che poi lasceremo lievitare coperte da uno strofinaccio umido per almeno 3 ore. Passato il tempo necessario infornare a 180-200 gradi a seconda del fornetto per una ventina di minuti…. Poi papparseli!!!!!! 😂

IMG_2973.JPG

Fatemi sapere se li provate!!!!
A presto!!!!

Veg tiramisu

Sono tre i dolci dei quali non posso proprio fare a meno! E questi sono il gelato, la cheesecake… E il tiramisù! Da quando ho deciso di non mangiare più alimenti di origine animale non mi sono mai privata del gelato… E ho provato anche a fare qualche cheesecake con risultati ahimè da perfezionare… Ma il tiramisù non avevo mai avuto il coraggio e il tempo di testarlo.
Siccome queste sono state settimane impegnative per tutta la famiglia, oggi ci voleva proprio!!!!
E allora eccovi buttata lì la ricettina!! 😂😋

Ingredienti per un tiramisù per 4 persone:
500 ml latte vegetale
1 bustina di vanillina
50 g stevia
40 g farina di farro (va bene anche la 00)
2 cucchiai di olio di semi
Fette biscottate integrali
Cacao amaro qb
Caffè qb

1) Preparare il caffè e, se si vuole, zuccherarlo.

2) In un pentolino scaldare il latte con la vanillina, senza farlo bollire.

3) In un altro pentolino mischiare farina, stevia e olio di semi e amalgamare il tutto.

4) Aggiungere a filo il latte caldo, continuando a mescolare.
Rimettere il tutto sul fuoco continuando a mescolare con una frusta finché il composto diventa abbastanza denso. Quindi lasciare raffreddare un pochino.

5) iniziare ad assemblare il dolce, mettendo uno strato di fette biscottate , un po di caffè per ammorbidirle, uno strato di crema e così fino a che non si è finito il composto. Per ultimo spolverizzare di cacao amaro!

6) Lasciare riposare almeno 2 ore in frigo!

Mini panettoni arancia e cioccolato

IMG_2818.JPG

Eccomi qui!!!
Finalmente ho trovato due minuti per poter pubblicare la ricettina dei panettoncini che ho provato a fare ad inizio settimana… Il procedimento è leggermente lungo ma credetemi, ne vale davvero la pena! Faranno di sicuro parte delle mie ceste regalo natalizie! 🎅🎁
Ma passiamo alla ricetta!!!

300 g farina Manitoba
500 g farina integrale
50 g amido di mais
200 g zucchero di canna
180 g olio di semi
70 g acqua
25 g lievito madre essiccato
3 dl latte di soia
1 pizzico di sale
1 fialetta di aroma vaniglia o 1 bustina di vanillina
Scorzette di arancia
100 g cioccolato fondente
Buccia grattugiata di 1 limone e di 1 arancia

Mescolare le farine, l’amido,lo zucchero, il sale, la vaniglia e la buccia grattugiata di arancia e limone.
Fare sciogliere il lievito nel latte di soia, e impastare con la farina.
Aggiungere olio e acqua e continuare a lavorare fino ad ottenere un impasto elastico e onogeneo.
Coprire con uno strofinaccio umido e fare lievitare per una notte intera.
La mattina dopo aggiungere le scorzette di arancia e il cioccolato tagliato a pezzettini, lavorare ancora un pochino.
Formare delle palline e metterle negli stampini (io non li ho trovati quelli apposta e quindi ho usato i miei per i muffin 😅😆) , riscoprirle con il panno umido e fare lievitare almeno altre tre ore.
Preriscaldare il forno 5 minuti a 180 gradi, poi infornare i panettoncini e cuocere per circa 25-30 minuti… Al termine però per essere sicuri fate la prova stecchino perché i tempi di cottura variano in base alla grandezza dei panettoni!!!! 😋
A casa mia sono durati 2 giorni… Neanche…. Se li provate fatemi sapere!!!!!! 😘

Panini… come cuscini!!

2014-11-07 21.31.24<a

In casa mia tutte le sere si mangia un pezzetto di pane, e siccome adoro il pane appena sfornato e meno quello scongelato quando ho tempo preferisco fare poche pagnotte ma più spesso… e ogni volta sperimento metodi di cottura o farine differenti. Questo per spiegare perchè per ora sul blog ci sono quasi solo ricette di pane!! 😀
Detto questo, ecco il mio ultimo risultato panificativo…ahahahah! Memore degli ottimi risultati che ero riuscita ad ottenere grazie alla farina di riso nella focaccia, ho provato a metterla anche nei panini, ottenendo cosi delle pagnotte soffici e morbidose, ma soprattutto molto leggere!
Ecco qui la ricetta per 10 pagnottine da 100 g l'una circa:
500 g farina integrale
300 g farina di riso
500 ml acqua tiepida
25 g lievito madre essiccato
2 cucchiaini zucchero integrale di canna
10 g sale

In una tazza mescolare il lievito con acqua e zucchero.
In una ciotola mescolare farina e sale, poi aggiungere i liquidi mescolati precedentemente nella tazza.
Impastare per qulache minuto fichè il composto non diventa omogeneo, pur rimanendo abbastanza morbido e appiccicaticcio.
Formare le pagnotte e porle a lievitare per almeno 3 ore.
Mezz'ora prima della cottura spruzzarvi sopra dell'acqua, lasciare che venga assorbita e ripetere l'operazione.
Infornare alla massima temperatura per 15 minuti, sistemando un pentolino pieno di acqua sulla base del forno. Estrarre poi il pentolino, e lasciare proseguire la cottura per altri 10 minuti circa a 180°.
Sono davvero buonissimi, provare per credere!!!
😀
Buona domenica a tutti!!!
Sara

La focaccia senza colpe

Processed with VSCOcam with p5 preset

Eccomi qui, come promesso con la ricetta di una focaccia leggerissima, perchè fatta con farina di riso, farina integrale e poco poco olio, in modo da poterne mangiare una bella fettona senza che ci rimanga una settimana sullo stomaco!! 🙂
Bando alle ciance, ecco la ricetta!!!

200 g farina integrale
100 g farina di riso
15 g lievito madre essiccato
200 ml acqua tiepida
1 cucchiaino di zucchero di canna
1 cucchiaino di sale
2 cucchiai e mezzo di olio evo
sale grosso e origano qb

Sciogliere il lievito con lo zucchero nell’acqua tiepida.
Versare in una ciotola, aggiungere 2 cucchiai di olio e 150 g farina, poi mescolare fino ad ottenere un composto cremoso e omogeneo.
Aggiungere il sale, mescolare e poi aggiungere i restanti 150 g di farina.
Impastare bene fino ad ottenere una palla liscia e un po’ (non tanto eh!) appiciccaticcia.
Coprire con un canovaccio e lasciare lievitare almeno 3 ore.
Passato il tempo necessario prendere la palla e stenderla con le mani (non è necessaria delicatezza!) su una teglia leggermente infarinata e lasciare lievitare un’altra mezz’oretta in forno spento.
Estrarre la teglia dal forno, accenderlo (vuoto eh!) e lasciarlo preriscaldare a 220°, nel frattempo cospargere la focaccia con un po’ di olio (1 cucchiaino va bene!), poco sale grosso e origano.
Infornare a 220° per 15 minuti.
Lasciare raffreddare, tagliare e pappare!!!!

Se ve ne dovesse rimanere, si può benissimo conservare in frigo per qualche giorno, come un qualsiasi pezzo di pane!!!
Fatemi sapere se provate a farla, se avete consigli per migliorarla, se avete insulti da fare… 😉
A presto,
Sara

2014-11-05 13.59.15

Plumcake d’autunno

IMG_2547

E’ autunno, stagione che ci dona frutti e colori meravigliosi, che ci accompagna con la dolcezza dei cachi e delle zucche, con il calore delle caldarroste, verso un freddo inverno.
Oggi mi sono messa all’opera per rendere omaggio ad uno dei frutti più colorati di questo periodo, il melograno!
Ecco qui una dolce ricetta.
INGREDIENTI
150 g farina integrale
100 g farina di farro
30 g stevia
1 cucchiaino di bicarbonato
30 g farina di cocco
30 g cacao amaro
4 cucchiai olio evo
succo di 1 melagrana
succo di mela

In una ciotola unire 150 g di farina integrale e 100 g di farina di farro, 30 g di stevia, 1 cucchiaino di bicarbonato,30 g farina di cocco, 30 g cacao amaro (in alternativa vanno benissimo le gocce o i pezzetti di cioccolato).
Mescolare il tutto, poi aggiungere 4 cucchiai olio evo e amalgamare bene con le mani.
Aggiungere poi il succo della melagrana e il succo di mela quanto basta per rendere il composto abbastanza cremoso e omogeneo.
Infornare quindi a 180° per 35 – 40 minuti.
A cottura ultimata spolverizzare con un po’ di farina di cocco.

A presto!
Sara

Toccio-biscotti al melograno

Processed with VSCOcam with t1 preset

Processed with VSCOcam with m5 preset

Eccomi qui con la creazione “nunmecefapenzaallapaglia” di oggi… eh si, settimo giorno senza sigarette… un po’ il pallino c’è, ma credevo sarebbe stato molto peggio!
Oggi è domenica, oggi è giornata di biscotti… questi qui sono piccoli piccoli, ma con il cuoricino morbido, un misto tra la dolcezza della vaniglia e il sapore deciso ma delizioso del melograno! Ecco qui la ricetta:
300 g farina integrale
30 g stevia
65 g olio di semi
1/2 bustina cremor tartaro
1 bustina di vanillina
succo di 2 melograni
In una ciotola mettere tutti gli ingredienti secchi e mescolare.
Aggiungere poi l’olio e mescolare con le mani in modo che si amalgami al resto.Aggiungere poi il succo dei melograni (io ho usato uno spremiagrumi, in questa maniera non sono finiti in mezzo i granini bianchi del frutto).L’impasto risulterà nè troppo compatto, nè troppo morbido, si riesce a lavorare bene!
A questo punto io ho diviso in due l’impasto, in una parte ho aggiunto dell’uvetta (vengono bene anche con le gocce di cioccolato) e ho formato dei frollini tondi, che ho poi infornato a 18o° per 20 minuti. Con il rimanente impasto, invece, ho formato dei fili lunghi (non riesco ad esprimermi oggiiiiii 😦 ) e li ho tagliati con il coltello per formare dei piccoli quadratini, oppure ho formato delle ciambelline…insomma, sbizzarritevi e formate dei biscottini di ogni genere! Questi, essendo più piccini li ho infornati a 180° per 10 minuti… e il gioco è fatto!!!
Fatemi sapere se provate a farli o se non sono stata chiara in qualche passaggio!
Buona domenica, a presto!
Sara

Questa sono io!

Ciao a tutti! Voglio inaugurare il mio blog con un post… articolo… due parole… non so come definirlo… insomma spendo due righe per dire chi sono anche se mi sento un po’ ripetitiva perchè lo ho appena scritto anche nel profilo… hihihihi…

Il mio nome è Sara, ho 27 anni e abito a Bologna.

Mi è sempre piaciuto pastrocchiare in cucina, soprattutto creare dolci, inventare ricette che il più delle volte diventavano robazza immangiabile e dura come la pietra.

Quando frequentavo le scuole superiori ho passato due anni seguendo un’ alimentazione vegetariana, poi sono stata male a causa di una forte carenza di ferro nel sangue e ci ho dato su; da qualche mese ho iniziato però ad interessarmi al cibo ed in particolar modo all’alimentazione, capendo e scoprendo tutti gli errori che ingenuamente ho fatto in quel periodo e che sono stati causa della mia carenza, così ho deciso di riprovarci… o meglio… ho deciso di seguire un tipo di dieta che non includesse nessun tipo di proteina animale! Così si è accesa in me quella vena culinaria in più, lo stimolo a creare ricette nuove o modificare quelle che prima preferivo ma che comprendevano latte, uova, miele, in modo da poterle gustare ugualmente… con risultati che vanno ben oltre la mia immaginazione (non credevo che le mie poco delicate manine da “operaia” potessero creare tutto questo).

Cosa mi ha fatto decidere definitivamente di aprire un blog?

Sei giorni fa, complice anche una brutta influenza, ho deciso che era il momento di smettere di fumare, ma si sa, quello è un brutto vizio ed una brutta dipendenza che è davvero difficile togliersi, quindi… ho deciso di impiegare il tempo facendo altro, invece che pensare a quanto vorrei stare seduta ad un tavolo con in mano una sigaretta… ed ecco nato il mio blog!!! Spero possa essere utile a chi, come me, ama stare con le mani in pasta, spentolare e fare danni in cucina, e spero,tramite la condivisione, di poter imparare molto di più anche io!!!!

Eccomi qui… in 342 parole,,,azz… forse ho esagerato!

A presto,

Sara